L’ultimo robot di Boston Dynamics ha imparato ad aprire le porte

L’ultimo robot di Boston Dynamics ha imparato ad aprire le porte

L’ultimo robot di Boston Dynamics ha imparato ad aprire le porte

Sapevamo che questo giorno sarebbe arrivato prima o poi. Come i velociraptor clonati, lo Spot Mini, recentemente riprogettato da Boston Dynamics ha imparato ad aprire le porte – con la sua faccia o con il suo braccio, a seconda di come la vedi.
Il team dietro Big Dog, prova che è ancora il migliore nel mercato dei robot virali, anche dopo essere passati da Google a SoftBank. Tre mesi dopo essere debuttati con una versione più aerodinamica dello Spot Mini, la compagnia ha un nuovo teaser, un robot equipaggiato con un braccio montato sulla tua testa che gli permette di aprirla (relativamente) velocemente e quindi saltellare fino all’altra stanza.

Il video è impressionante, per l’agilità del braccio e per la capacità del robot di rimanere in equilibrio aprendo la porta che sembra essere abbastanza pesante.
Come l’ultimo video, il teaser non ci regala molti indizi sulle novità della nuova versione del robot color ape già annunciato. L’ultima volta che è apparso, abbiamo visto un paio di telecamere 3D tipo Kinect che ci hanno dato qualche indizio sul sistema di navigazione del robot.
Quella tecnologia potrebbe suggerire la possibilità di un avanzato sistema di controllo autonomo. Data la brevità del video, comunque, è difficile dire se ci sia qualcuno fuori dall’inquadratura a controllare il robot.
Se la compagnia avesse programmato Spot Mini per aprire la porta e aiutare i suoi amici a scappare, forse è il caso di preoccuparsi.

Domenico Terragno

I commenti sono chiusi