In ufficio è meglio mettere da parte il tavolo da ping-pong?

In ufficio è meglio mettere da parte il tavolo da ping-pong?

In ufficio è meglio mettere da parte il tavolo da ping-pong?

Le startup tecnologiche sono diventate famose per i loro uffici “fighi” pieni di “giocattoli per adulti” come pareti da arrampicata, scooter o un tavolo ping pong. Ma come possono le aziende trovare il giusto equilibrio tra la creazione di uno spazio ufficio collaborativo e divertente, e uno troppo rilassato che distrae i dipendenti dall’essere produttivi? Mentre non ci sono regole dure e veloci, ci sono alcune linee guida da capi del design degli uffici ed esperti del posto di lavoro:

La chiave è “Equilibrio”

“I tavoli da ping-pong, gli angoli per la nanna e altre caratteristiche di design per l’ufficio simboleggiano il modo in cui la creatività ha assunto un ruolo centrale rispetto alle rigide pratiche di gestione tradizionali. I datori di lavoro apprezzano le idee e sono desiderosi di progettare spazi che non solo attraggono pensatori creativi, ma che stimolano anche loro abbastanza da innescare l’innovazione. Questo porta a migliori prodotti, servizi e processi, che danno all’azienda un vantaggio competitivo,”spiega Steve Delfino, vice presidente del corporate marketing e product management presso Teknion, un’azienda di mobili da ufficio che è specializzato nel benessere sul posto di lavoro.

Continua: “Indipendentemente dal settore in cui operiamo, operiamo tutti in una varietà di modi per tutto il giorno – creiamo, conversiamo, analizziamo e condividiamo – tutte attività che richiedono impostazioni diverse per avere successo. La risposta è l’equilibrio – la creazione di un ambiente per l’ufficio che si rivolge al lavoratore moderno senza limiti, alla ricerca di movimento, flessibilità e praticità, incorporando sia spazi collaborativi che aree private come quelle mostrate di seguito. ”

Tuttavia, Delfino avverte che i mobili da soli non cambiano la cultura aziendale. “Un pezzo di arredamento o uno stile di pianificazione non è sufficiente per influenzare la cultura dell’ufficio di un’azienda. Ad esempio, posizionare un divano al centro di un ufficio tradizionale non creerà automaticamente un ambiente più aperto e collaborativo. I dipendenti prenderanno spunto dai manager sul modo in cui sono tenuti ad utilizzare il loro ambiente sul lavoro. L’implementazione è importante tanto quanto la progettazione dello spazio; è vitale incoraggiare i dipendenti ad utilizzare questi spazi. Per esempio, abbiamo progettato una tabella di comunità che può essere utilizzata in spazi congressuali o aree aperte di collaborazione e impegno tra i dipendenti.

Si consideri la funzionalità

Erica Stokes, direttore delle risorse umane presso Poppin, un fornitore leader di mobili e accessori sul posto di lavoro con sede a New York, afferma che la sua azienda ha cercato di trovare un equilibrio “creando uno spazio per la collaborazione; non solo per risolvere i problemi aziendali difficili, ma anche per divertirsi un po’ dove si possa essere #workhappy”. Per raggiungere questo obiettivo, raccomanda di incorporare pezzi che hanno un duplice scopo. “Ad esempio, progettiamo e produciamo un tavolo da conferenza – ping pong, che si trova nella nostra sala conferenze più grande. Dalle 9 alle 5, è utilizzato per gli incontri più importanti con dirigenti, investitori, clienti e tra dipendenti. Ma verso le 18:00, lo spazio si trasforma completamente in un’area per una competizione amichevole. Vediamo anche un enorme valore nel creare spazi collaborativi e spazi di incontro privati, allestire lavagne bianche, costruire sale riunioni di diverse dimensioni e incoraggiare i nostri clienti a fare lo stesso. “

Domenico Terragno

I commenti sono chiusi