I figli degli immigrati sono i migliori nelle materie scientifiche nelle scuole USA

I figli degli immigrati sono i migliori nelle materie scientifiche nelle scuole USA

Cosa perderemmo se gli immigrati non potessero più immigrare in America? Sorprendentemente, una delle cose più importanti che l’America perderebbe è il contributo dei loro figli.

Un nuovo studio dalla Fondazione nazionale per la politica americana ha scoperto che un notevole 83% (33 su 40) dei finalisti del 2016 Intel Science Talent Search erano i figli di immigrati. La competizione organizzata ogni anno dalla Society for Science & the Public è la principale competizione scientifica per studenti delle scuole superiori statunitensi. Nel 2017, la competizione per la ricerca di talenti è stata ribattezzata Regeneron Talent Search, come dedica al nuovo sponsor Regeneron Pharmaceuticals, e un nuovo gruppo di 40 finalisti – la prossima generazione americana di scienziati, ingegneri e matematici – sono in competizione a Washington, DC

Sia gli immigrati basati sulla famiglia che quelli basati sull’occupazione sono stati i genitori dei finalisti nel 2016. Infatti, il 75% – 30 su 40 – dei finalisti ha genitori che hanno lavorato in America con visti H-1B e più tardi divennero titolari di una green card e cittadini statunitensi. Questo rispetto a sette bambini che hanno entrambi i genitori nati negli Stati Uniti.

Per mettere la cosa in prospettiva, anche se gli ex titolari di visto H-1B rappresentano meno dell’1% della popolazione degli Stati Uniti, hanno quattro volte più probabilità di avere un figlio finalista nell’Intel Science Talent Search 2016 rispetto a genitori nati negli Stati Uniti.

I genitori che sono stati studenti internazionali hanno più probabilità di avere un figlio finalista rispetto ai genitori nativi. Un totale di 27 tra i 40 bambini – il 68% – ha un genitore arrivato in America come studente internazionale. Ciò significa che se gli studenti internazionali non possono rimanere in America dopo la laurea (attraverso la formazione pratica opzionale e politiche di visto migliorate), priviamo l’America di contributi potenzialmente sostanziali per le nuove generazioni.

Tre dei finalisti, il 7,5%, ha i genitori che arrivati in America grazie alla famiglia (anche se sono quattro genitori, ovvero il 10%, se si contano gli immigrati che hanno sposato un titolare di visto H-1B).

Tra i 40 finalisti del Intel Science Talent Search 2016, 14 hanno i genitori entrambi nati in India, 11 hanno i genitori entrambi nati in Cina e sette hanno i genitori entrambi nati negli Stati Uniti. Le persone di nascita indiana e cinese rappresentano solo circa l’1% della popolazione degli Stati Uniti ciascuna, secondo il Pew Research Center.

Oltre a Cina, India e Stati Uniti, i paesi di origine dei genitori dei finalisti di Intel Science Talent Search 2016 rappresentano una serie diversificata di paesi, tra cui Canada, Cipro, Iran, Giappone, Nigeria, Singapore, Corea del Sud e Taiwan.

Le prove indicano che i figli degli immigrati stanno aumentando la loro influenza sulla scienza in America. Il sessanta per cento (24 su 40) dei finalisti dell’Intel Science Talent Search del 2004 ha almeno un genitore immigrato. Nel 2011 tale percentuale è salita al 70% (28 su 40) con almeno un immigrato.